domenica 27 dicembre 2015

Angela cattro



 Mi sono affiorate nelle mente le volte che ho incontroto Angela Cattro. Questa pensatrice e scrittrice pionieristica ha prodotto dei libri straordinari, ne ricordo uno su tutti "NATURA NUTRICE UNIVERSALE". Ricordo che nella pausa pranzo lei si ritirava per riscaldarsi il pranzo che si era portato da casa. Di solito faceva riscaldare o addirittura se lo riscaldava con un fornellino che portava con se. Per Lei il cibo era sacro e il suo corpo era un tempio. La sua sapienza toccava una conoscenza inimmaginabile, era una grande esperta anche di Agopuntura e di moxa, oltre ad avere conoscenze farmaceutico erboriste e una religiosità profonda ed inalienabile.
Un giorno sul palco di un teatro a Verona interruppe fragorosamente un relatore che apri il suo intervento  con una precisazione scentista-ateista, arrabbiatissima disse:<> Fu suo  impegno  sottolinere i gravi errori della  nostra alimentazione che indotta dai nutrizionisti americani in poco tempo avrebbe minato la nostra salute. Eravano alla fine degli anni settanta e sopratutto dalla sinistra venivano segnali di un grande interesse per l'ecologia, la macrobiotica, il cambiamento e l'etica verso un cambiamento sociale sopratutto per salvaguardare la salute individuale e del pianeta.
Non ho trovato in rete nessuna biografia, forse è meglio così dato che le Grandi Anime devono vivere nei cuori delle persone.
Quel suo testo "NATURA NUTRICE UNIVERSALE" ritengo sia libro di riferimento per chi vuole tutt'oggi salvaguardare la sua salute e credo che questo saggio mi abbia aiutato a superare il mio tumore. Aveva anticipato i tempi, 40 anni fa sosteneva tesi che oggi la medicina scentifica le ha fatte sue. Posso testimoniare che quando era invitata a tenere le tue conferenze "rivoluzionarie" nella pausa pranzo evitavi di andare al ristorante per mettertersi da una parte a riscaldare il tuo piccolo pentolino, contenente un monopasto a base di cerali, legumi e verdura e così è accaduto in ogni occasione che che fui presente. Per me, questa particolare pausa pranzo, fu l'occasione in cui potevo parlarle assieme, dove mi spiegava i meccanismi della guarigione. Mi hai lasciato un bel ricordo, del sapiente illuminato, come il suo volto di vecchietta arzilla che voleva guarire il carpo, la mente e anche l'anima!


1 commento:

Renato Chiodi ha detto...

Ho conosciuto, ho avuto la fortuna di conoscere Angela Cattro a Torino negli anni 80.
Era anche la responsabile per il Piemonte dell' Agricoltura Biodinamica.
La sua conoscenza era, è stupendamende grande.
Ha concepito una stupenda sintesi tra la filosofia di GEORGE OSHAWA e la concezione spirituale antroposofica di RUDOLF STEINER.
La sua stupenda trilogia chiarisce come nessuno in Italia aveva fatto quali sono le basi alimentari dell'uomo. Il suo problema è stato l'essere troppo avanti nei tempi e magari aver dato un po' di fastidio a qualche fanatico macrobiotico come a qualche settario antroposofico steineriano.
Grazie al mio karma di avere potuto fare oggi un ringraziameto inconmeensurabile ad Angela Cattro.
sergiomastino.