giovedì 22 ottobre 2015

Giuda agli occhi di Steiner

Nell'anno 1908, Rudolf Steiner tenne alcune conferenze ad Amburgo: al termine di una di queste conferenze Max, il fratello della pittrice Margarita Woloschin, pose una domanda a Rudolf Steiner. La domanda che come paradosso occupava molto Max era se non fosse stato Giuda che, assumendo su di sè il peccato del tradimento, innanzitutto rese possibile il sacrificio del Cristo e così sia stato lui il vero salvatore del mondo.
Di fronte a questa idea, Rudolf Steiner assunse un forte atteggiamento di rifiuto, in quanto malsana: "Giuda, non ha capito l'essenza di ciò che Cristo portò al mondo, e si aspettava che Cristo conseguisse la vittoria sui nemici attraverso la magia. Attraverso il suo tradimento voleva causare un trionfo terrestre del Cristo. Così come Giuda se ne andò ad impiccarsi, così anche la nostra cultura annienterà se stessa".
MARGARITA WOLOSCHIN "Il serpente verde", Ed. Fries Geistesleben - Stuttgart 1982.

Nessun commento: